Problemi di libido nelle donne: mente o cervello?

La scarsa libido nelle donne negli ultimi anni è stata al centro della ricerca e degli studi scientifici. Ricordiamo, peraltro, che nell’ultimo manuale diagnostico degli psichiatri (DSM IV) questa condizione è stato inclusa come “disturbo da desiderio sessuale ipoattivo” (“hypoactive sexual desire disorder” o HSDD), rendendola a tutti gli effetti una “malattia”.

Dopo il dichiarato fallimento degli studi sul dosaggio ormonale, volti a creare una sorta di Viagra rosa, ora ci si concentra sull’attività cerebrale. La notizia di oggi è che alcuni scienziati hanno messo a confronto l’attività cerebrale di donne con disturbo del desiderio con donne “normali”.

Risultato: è vero, l’attività cerebrale mostra che vi sono scarse reazioni agli stimoli sessuali nelle donne che hanno ricevuto una diagnosi di disturbo da desiderio sessuale ipoattivo. (Ma la causa era e resta sconosciuta…)

Lo studio, effettuato presso la Wayne State University di Detroit e presentato al Congresso della American Society for Reproductive Medicine a Denver, mette in evidenza le differenze nella elaborazione mentale presente nelle donne che hanno scarse pulsioni sessuali.

L’autore dello studio, il dottor Michael Diamond, in seguito a questo studio si ritiene convinto che l’HSDD sia un vero e proprio problema organico, e non un costrutto sociale.

Per la sua ricerca, ha reclutato 19 donne che avevano ricevuto una diagnosi di HSDD ed ha poi messo a confronto le loro reazioni cerebrali con quelle di altre sette donne, con uno scanner per imaging a risonanza magnetica funzionale, uno strumento che è in grado di misurare i livelli di attivazione in diverse parti del cervello, individuando l’aumento del flusso sanguigno.

Le donne sono state invitate a guardare uno schermo per una mezz’ora, dove venivano mostrati programmi  abituali della TV, mescolati con video erotici.

Nelle sette donne senza disturbi del desiderio si è notata una maggiore attività nella corteccia insulare – la parte del cervello che si ritiene sia coinvolta nella elaborazione delle emozioni. Lo stesso non è accaduto nelle donne con diagnosi di HSDD, avvalorando la tesi del disturbo organico, più legato al cervello che alla mente.

La ricerca tuttavia non chiarisce se le differenze cerebrali individuate siano realmente legate alla funzione sessuale. Non stupisce infatti che donne con diagnosi di disturbo da desiderio sessuale ipoattivo abbiano scarse reazioni a scene erotiche… Il problema, peraltro, potrebbe essere cercato anche altrove: cosa ha causato a queste donne la mancanza di desiderio, così come la scarsa attività cerebrale osservata? La depressione, la stanchezza, lo stress? Problemi fisici (es. ovaio policistico)? O altro?

E poi, verrebbe da aggiungere, una donna con diagnosi di HSDD che viene reclutata per “una ricerca” durante la quale vengono mostrate scene erotiche, che tipo di reazione dovrebbe avere?

Non dimentichiamo che una diagnosi medica è in grado di convincere la persona che la riceve di essere “malata” e dunque non stupisce che questa poi si comporti di conseguenza.

Giuliana Proietti

Fonte: BBC News

Immagine: The Giant Verm

 

Dr. Giuliana Proietti

Psicoterapeuta-Sessuologa at Ellepi Associati Ancona
PRINCIPALI ATTIVITA’

● Psicologa-psicoterapeuta (attività libero-professionale in Ancona)

● Responsabile scientifico del sito www.psicolinea.it

● Saggista e Blogger

● Collaborazioni professionali ed elaborazione di test per quotidiani e periodici a diffusione nazionale

● Conduzione seminari di sviluppo personale

● Attività di formazione ed alta formazione presso Enti privati e pubblici

● Esperienza in psicologia del lavoro (Orientamento e Selezione del Personale)

● Co-fondatrice del sito Clinica della Timidezza e dell’attività ad essa collegata, sul trattamento dell’ansia, della timidezza e delle fobie sociali.

Per appuntamenti e richiesta di collaborazioni: 347 – 0375949 Ancona

You may also like...

Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *